Biscotti di fine anno..ovvero intolleranze alimentari e personali

Avevo in programma un post diverso per oggi, ma in settimana è successa una cosa spiacevole ad una mia cara amica, un problema di, come dire “incomprensione”…maleducazione? In questo post avrete modo di leggere qualcosa in merito… io vi scrivo di altro, vi scrivo da un punto di vista diverso… Ho preparato dei biscotti per la fine dell’anno scolastico, dei biscotti senza glutine, senza lattosio e senza zucchero! Ho dovuto preparare la frolla, stare attenta a prendere tutte le precauzioni per evitare contaminazioni, ho sperato che la frolla si riuscisse a lavorare… infine ho sperato che avesse un sapore decente..Mentre ero lì a sperimentare, sapore e consistenza, non potevo fare a meno di pensare alle difficoltà che incontra tutti i giorni la mamma di un  bimbo intollerante allo zucchero… in un mondo di bambini che abusano di zucchero… pensavo a quanto è  difficile fare la spesa, a quanto poco sia informata la gente, a quanta poca scelta ci sia ancora oggi nei supermercati… Vado a comprare la farina, e tanto per cambiare c’è la solita marca, una sola e basta, un pacco da 400 g… dico ma se volessi fare 1 kg di frolla? Che vi costa mettere in commercio confezioni più grandi? I costi sono abbastanza alti e francamente non capisco perchè siano così alti… 10 euro a kg… un furto… questa cosa mi fa pensare a quanto incide nel budget essere i fortunati prescelti a ricevere “il dono della celiachia”…porca paletta… come si può pensare che la celiachia sia una moda?? Ho comprato poi il fruttosio al posto dello zucchero, e la margarina vegetale al posto del burro…
Per il bimbo che ha l’intolleranza allo zucchero realizzo i biscotti senza decorazioni, purtroppo non sono riuscita a realizzare la pasta di zucchero senza lo zucchero…non mi è venuta in mente nessuna alternativa 🙁
Se qualcuno di voi avesse un suggerimento …

RICETTA
  • 350 g di mix di farine senza glutine Cereal 
  • 100 g di fruttosio
  • 130 g di margarina
  • buccia grattugiata di un limone
  • 2 uova
Visto che era la prima volta che utilizzavo il fruttosio, ho avuto paura di non sapere controllare la reazione nella frolla, per cui ho preferito comprare la farina al supermercato, normalmente però, utilizzando cioè lo zucchero, avrei utilizzato il mix di farina di riso, maizena e fecola di patate…
Prima di tutto, ho inserito nel bimby la buccia del limone e l’ho polverizzata, poi le farine, le ho mescolate con il fruttosio, ho poi aggiunto la margarina morbida e infine le uova. Ho formato una palla, lavorando pochi secondi nel bimby mod. spiga e finendo a mano. L’impasto vi darà l’impressione di essere particolarmente bagnato, non so perchè ma l’ho collegato alla presenza del fruttosio. Ho messo la palla in frigo. Ho aspettato un paio d’ore. Ho sparso sul piano di lavoro un pugnetto di farina gluten free, ho steso poi la frolla senza molte difficoltà,  ho dato un dito di spessore, ho formato i biscotti con un cutter di 5 cm di diametro, ho inserito al centro di ognuno uno stecchino di bambù. Ho disposto i biscotti su una teglia grande, rettangolare, rivestita di carta forno e ho infornato a 170° per 15 minuti, (dipende dal forno). 
Per quanto riguarda il fruttosio, fate presente che dovete adoperarne almeno il 30% in meno rispetto alla quantità di zucchero richiesta da una ricetta, non deve cuocere troppo, superati i 30 minuti infatti, cambia colore e sapore, immaginatevi quindi il problema con le torte lievitate…
Una volta sformati fateli raffreddare, e poi se vorrete, decorateli.
Nelle frolle è lo zucchero a regalare croccantezza, provate ad immaginare quindi la consistenza di questo biscotto…L’uso delle farine senza glutine dona una consistenza delicata e piacevolmente friabile alla frolla, l’assenza del burro non si è sentita più di tanto… il biscotto però è morbido, molto buono, ma morbido. Non fa “tuc”, si scioglie in bocca… 
Mangio due biscotti e penso al mondo di piccole privazioni a cui sono sottoposti tanti miei amici, e ancora di più molti bimbi , si perchè quando capita ad un bambino mi dispiace ancora di più… E allora cercherò di inserire sempre più ricette per “intolleranti”… per gli stronzi invece non c’è posto… quelli vadano pure lontano da qui…a quelli sono intollerante io …:(

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    astrattamente invenzioni
    11 Febbraio 2014 at 23:33

    sei proprio brava coi decori è quello che vorrei imparare io (decorare i biscotti) ma per adesso mi sono goduta un po' del tuo blog, per i biscotti è troppo costoso colorarli 😛

  • Reply
    Anonimo
    11 Aprile 2013 at 19:58

    Appгeсiate the rеcommendаtіon.

    Will try it out.

    Tаke a look at my weblog … Home For Rent Allen

  • Reply
    Sara
    16 Ottobre 2012 at 20:26

    hai davvero le mani d'oro…il tuo blog è meraviglioso..bravissimaaa .)!

  • Reply
    Francesco82
    18 Giugno 2012 at 13:38

    Tesoro! Ma sono semplicemente fantastici! Che cura del particolare che hai avuto!
    I miei complimenti!
    Ps: hai visto che ho fatto i cannoli siciliani? Li ho dedicati alla mia terra e alle persone splendide come te!
    Un abbraccio e a presto
    Francesco

  • Reply
    luna nerazzurra
    14 Giugno 2012 at 19:10

    hai proprio ragione, il finale di questo post mi piace tantissimo e il tuo pensiero è lodevole. Io mi sono scoraggiata anni fa e non ho più provato a fare frolle con farine senza glutine… però prometto di riprovare con questa ricetta 🙂
    Anche a me si stringe il cuore al pensiero delle malattie ai bambini e alle intolleranze… Anch'io nel mio blog ho creato delle sezioni apposite.
    Un abbraccio e… se posso, invito tutti gli stronzi a stare lontani anche dal mio blog 🙂 ciauuu

  • Reply
    Anna Lisa
    14 Giugno 2012 at 18:48

    Ho la pelle d'oca…un grazie da due celiache D.O.C.

  • Reply
    fantasie
    14 Giugno 2012 at 18:16

    E come faccio a non emozionarmi? E ringrazio Dio ogni giorno per persone come te!
    Sei una donnaa meravigliosa!

  • Reply
    Mercoledì
    14 Giugno 2012 at 7:27

    Far sentire diverso un bambino che è celiaco è solo cattiveria. Sono quasi certa che non parte in primis da altri bambini, ma da genitori ottusi e disinformati.
    IN effetti dev'essere durissima, cercare gli ingredienti, mettere insieme qualcosa di appetitioso e non farla pesare al proprio pupo.

    La tua conclusione è perfetta! Anch'io cercherò di mettere più ricette per gli intolleranti.

  • Reply
    Eleonora
    13 Giugno 2012 at 20:49

    Bellissimo post e bravissima nel fare questi biscotti deliziosi,condivido in pieno 🙂

  • Reply
    Carlotta Negro
    13 Giugno 2012 at 19:45

    Biscotti meravigliosi e pensiero assolutamente condiviso…..

  • Reply
    sississima
    13 Giugno 2012 at 17:50

    accipicchia che finale, i biscotti sono bellissimi, non li mangerei soltanto per paura di rovinarli (ma per la gola si!), un abbraccio SILVIA

  • Reply
    Stefania
    13 Giugno 2012 at 17:06

    bellissimo finale! E lodevole il tuo gesto!

  • Leave a Reply

    Send this to a friend